Quando pubblicare sui social network?

Quali sono gli orari migliori per condividere e pubblicare i contenuti sui social network?

Quando pubblicare sui social network? Quali sono gli orari migliori per avere la massima visibilità e il maggior numero di interazioni da parte dei nostri follower? Queste domande non sono affatto banali se si vuole avere successo su Facebook, Twitter, Linkedin e gli altri social; la pianificazione è un aspetto fondamentale che non bisogna mai trascurare. Se non ti s

Quando pubblicare sui social network? Caratteristiche e aspetti da considerare

Se in questo articolo speri di trovare una risposta universale valida per tutti i social e per tutte le attività online, ti dico subito che non la troverai, semplicemente perché non esiste! Ogni social network ha le sue caratteristiche e la sua utenza specifica; di conseguenza anche i contenuti dovranno essere diversificati per forma e contenuto…ma anche per orario di pubblicazione! Inoltre dobbiamo studiare bene il settore di mercato della nostra attività online e valutare eventuali peculiarità del nostro brand. Un prodotto stagionale o rivolto ad una nicchia specifica avrà modalità di promozione diverse da uno pensato per un’utenza più ampia. Inoltre dobbiamo individuare anche la nostra potenziale audience e provare ad immaginare abitudini e peculiarità, anche nella fruizione dei social.

Quando pubblicare su Facebook

I migliori giorni per postare sono giovedì e venerdì. L’86% dei post sono pubblicati durante la settimana lavoratival’indice di gradimento aumenta del 10% il venerdì . Tra lunedì e mercoledì l’engagement scende del 3,5%. L’orario migliore è il primo pomeriggio: alle 13 per avere più condivisionialle 15 per ottenere più like.

Quando pubblicare su Twitter

I migliori giorni per twittare B2B (business to business) vanno dal lunedì al venerdì, con un aumento di engagement del 14%; mentre il periodo migliore per il B2C (business to customer) è da mercoledì a domenica. Questo si spiega probabilmente con il fatto che i consumatori ricercano i marchi durante il fine settimana. I migliori orari del giorno per twittare sono alle 12 e alle 18 per avere CTR (Click-through rate) più alti, alle 17 per avere maggiori retweets. Secondo i dati di Twitter, la probabilità che i suoi utenti si trovino sul social aumenta del 181% durante gli spostamenti e del 119% durante l’orario scolastico o di lavoro.

Quando pubblicare su Linkedin

Linkedin è un social prettamente B2B, quindi il picco di utilizzo si ha nei giorni feriali e durante l’orario lavorativo. I migliori risultati si hanno martedì, mercoledì e giovedì durante l’orario di lavoro. Secondo Fannit, il momento migliore per postare è tra le 7 e le 8 e tra le 17 e le 18. Secondo AddThis il picco di click e condivisioni si ha martedì tra le 10 e le 11.

Quando pubblicare su Pinterest

Secondo i dati aggregati di Fannit, SEJ e 10Alike il sabato è il miglior giorno per pinnare, dalle 20 alle 23 e dalle 2 alle 4, con picchi di attività intorno alle 21. Il miglior momento durante gli altri giorni della settimana è dalle 14 alle 16 e dalle 20 all’una di notte. Il picco per postare pin di moda e vendita al dettaglio è il venerdì alle 15.

Quando pubblicare su Instagram

Secondo TrackMaven l’engagement su Instagram è costante tutta settimana, con maggiori punte il lunedì e in calo la domenica. L’interazione è maggiore al di fuori dell’orario di lavoro.

Quando pubblicare su Google+

I giorni migliori per pubblicare su Google+ vanno da lunedì a venerdì, soprattutto tra le 9 e le 11 del mattino. I migliori risultati si ottengono però il mercoledì alle 9. Secondo Buffer la tarda mattinata dei giorni feriali è il momento migliore per condividere su Google+. È interessante notare come questo sia l’unico social per cui si raccomanda di postare soprattutto la mattina. L’infografica consiglia il tool Timing+, ma attualmente questo non esiste più.

Sicuramente queste sono delle dritte molto interessanti per le vostre aziende, ma ognuno ha le sue esigenze e il suo target, quindi sarebbe più appropriato impostare una strategia di marketing e quindi di pubblicazione con il proprio social media manager. Tuttavia le statistiche sono basate su dati solidi e su un bacino eterogeneo quindi tentar non nuoce!