Category: News

Disney compra FOX per 52,4 miliardi di dollari

Disney compra FOX per 52,4 miliardi di dollari

The Walt Disney Company ha acquisito per una cifra attorno a 52 miliardi di dollari la 21Th Century Fox in mano ai figli di Rupert Murdoch. La notizia è di quelle che sconvolgono gli equilibri sul mercato di vecchi (cinema, tv) e nuovi media (web) nel mercato statunitense e non solo. Proprio come nel bel fumetto di Rob Dobi sulle pagine online di Variety, l’enorme pugno guantato dell’evergreen furbastro Topolino schiaccia le mini figurine di Homer Simpson e del supereroe Deadpool, icone prodotte dalla 20th Century Fox negli ultimi anni tra grande e piccolo schermo.

La Disney, guidata da Bob Iger, ha concluso un affare annunciato dagli ambienti finanziari d’oltreoceano da tempo, rilevando come segnala il sito del Sole24Ore “la casa cinematografica e le produzioni televisive della Twentieth Century Fox, i canali via cavo comprese le reti sportive regionali e significative attività internazionali, vale a dire la quota nella britannica Sky e di Star India”. Diverse fonti, tra cui Variety, sostengono che nel pacchetto ci siano anche un po’ di debiti accumulati recentemente dai Murdoch. Dazio da pagare per arrivare comunque a possedere ora un’ampia fetta di mercato del settore, piazzandosi secondi solo al gruppo AOL-Time Warner fusosi nel 2001 e oggi valutato quasi il doppio del conglomerato Disney/Fox, a sua volta poco più consistente del gruppo Viacom-CBS (49 milioni di dollari) fusosi nel 2000. Anche il presidente Trump si è complimentato per l’affare.

La portavoce della Casa Bianca, Sarah Huckabee Sanders, ha affermato che il presidente statunitense reputa questo affare “un grande risultato per il mondo del lavoro” e “si augura che ne avvengano altri di questa portata”. Secondo il New York Magazine Trump, nella telefonata privatissima al magnate australiano, si sarebbe sincerato che il canale tv Fox News, a lui molto vicino, non fosse finito nell’acquisizione Disney. Infatti il network Fox con le sue 28 stazioni tv è rimasto di proprietà degli eredi di Murdoch.

Mosaic, la prima serie TV dove sarà possibile scegliere la trama

Mosaic, la prima serie TV dove sarà possibile scegliere la trama

Il progetto vede come protagonista il regista Steven Soderbergh e il network produttore HBO. Quello che ha in mente Soderbergh è una miniserie tv di sole sei puntate intitolata Mosaic, dove a decidere cosa succederà alla trama, siamo proprio noi. Quanti di noi hanno pensato almeno una volta: “se avessi scritto io The O.C., Marissa sarebbe ancora viva”. Potrebbe essere interessante entrare nel vivo della scena e sconvolgere la trama e il destino di ogni protagonista.

Si tratta di una Serie Tv interettiva in cui è lo spettatore a decidere cosa accadrà. Tutto questo è ovviamente reso possibile grazie all’avvento delle nuove tecnologie. In questo nuovo progetto, Mosaic, il secondo schermo al quale siamo abituati mentre guardiamo una puntata della nostra Serie Tv preferita e commentiamo gli avvenimenti con tutti il mondo del web, diventa interazione. Diventa reale, qualcosa che pensi, scrivi e la vedi subito proiettata.

I protagonisti come si vede nel trailer sono Sharon Stone, Garrett Hedlund, Beau Bridges e Paul Reubens. Non si capisce molto su che cosa verterà la trama sappiamo solo che girerà intorno all’omicidio di una celebrità. Potremmo interagire sotto diversi aspetti: i personaggi che ruotano intorno alla vicenda e i rispettivi punti di vista, le informazioni raccolte, i vari indizi che ci potranno aiutare a far luce su quanto è accaduto davvero.

Ecco il trailer!

Potremmo godere di questo nuovo capolavoro della tecnologia a novembre con la nuova applicazione per iOS (sistema operativo di iPhone). Per la Serie Tv dovremo aspettare gennaio 2018.

 

 

Guai in Paradiso: Facebook e Instagram ‘DOWN’

Guai in Paradiso: Facebook e Instagram ‘DOWN’

Facebook e Instagram sono ‘down’ in diversi paesi del mondo. Un disservizio lamentato da diversi utenti su Twitter –  dove è salito tra i trend #facebookdown – che sembra a macchia di leopardo.

Ci sono difficoltà ad aggiornare i due social sia dal computer sia dall’app per dispositivi mobili. Al momento non ci sono spiegazioni della società.

Su Twitter non ci sono solo lamentele e messaggi da utenti italiani, del ‘down’ parla anche il sito di tecnologia Cnet, segno che il problema è globale.

Secondo il sito downdetector i problemi sono iniziati alle 8.20 ora di New York. Nei commenti ci sono segnalazioni di disservizi di utenti di tutto il mondo. Stessi commenti internazionali per Instagram dove i disservizi sono iniziati alle 11.05 ora della costa Est degli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti e l’Europa sembrano le aree più colpite dal ‘down’, secondo il sito Outage Report.

L’ultimo blackout dei due social network risale al 26 agosto scorso ed è durato 1 ora.

 

i.Con: ecco a voi il primo preservativo intelligente!

i.Con: ecco a voi il primo preservativo intelligente!

L’ultima trovata per quanto riguarda il mondo hi-tech viene dalla Gran Bretagna e si chiama i.Con, il primo preservativo intelligente in assoluto in grado di monitorare le prestazioni sessuali e di elaborare i dati raccolti durante “l’amplesso”. Una volta scaricata l’app dedicata, e dopo aver inserito e attivato tramite Bluetooth, i sensori di i.Con catturano e registrano le informazioni più dettagliate tramite dei microchip posti all’interno: calorie bruciate, durata complessiva del rapporto, velocità media, frequenza, intensità, temperatura del corpo e persino il numero totale dei movimenti e delle posizioni assunte. Tutte queste informazioni saranno disponibili sull’app dopo aver concluso il rapporto sessuale.  John Simmons, responsabile marketing dell’azienda, spiega che di sex toys e tanti altri prodotti al passo con la tecnologia ce ne sono molteplici, ma nessuno di tutti questi è in grado di misurare, in tutti i suoi parametri, un rapporto sessuale. L’azienda produttrice di questo particolare condom assicura i possibili compratori che il dispositivo è assolutamente leggero e non invasivo, per cui non disturberà e non inciderà mai sulla performance di nessuno dei due partner. Il costo del dispositivo è di 59,99 sterline annuncia fiera la British Condoms sicura del fatto che, con tutte le informazioni che un semplice “anello del piacere” può dare, il costo è veramente basso, senza considerare il fatto che per essere un oggetto così piccolo, la batteria dura addirittura 6-8 ore.

E’ ufficiale: l’era del sesso hi-tech è veramente alle porte.